Copenaghen, capitale fredda…. dal cuore caldo.

Copenaghen canale scorcioLa capitale danese ha così tanto da offrire a bambini e famiglie, che noi la consigliamo persino come meta ideale durante le Festività invernali, nonostante il freddo.

Siamo in pieno periodo Natalizio, il sole è quasi un miraggio o se non proprio tale, ci onora della sua presenza solo per qualche ora al giorno. Le temperature non sono propriamente miti, tanto che se siete amanti dei Paesi tropicali e mal tollerate il freddo ci sarebbe quasi da starne alla larga. Se poi al gelo aggiungiamo i colori cupi del cielo e il grigiore che aleggia… bè la situazione parrebbe quasi inaffrontabile. Ma in inverno Copenaghen si nasconde sotto un’apparente scorza rigida e inospitale, per poi rivelarsi in tutta la sua bellezza a coloro i quali, temerari o meno, decidono di visitarla e credere in lei affrontando con coraggio le iniziali difficoltà.

In realtà la capitale della Danimarca vanta una tale varietà di colori da assomigliare molto più a una città fantastica costruita con i mattoncini Lego. È di fatto rinomata tanto per la sua accoglienza, quanto per le occasioni ludiche e di divertimento che si incontrano un po’ ovunque, passeggiando tra le case variopinte delle sue vie. Si potrebbe a ragion veduta definire un luogo di divertimenti per i più piccoli. Ma anche i grandi trovano il loro spazio per svagarsi e forse ritornare un po’ bambini. Insomma una vera e propria dimensione abitativa a misura d’uomo. Dove tutto funziona, voglio dire, funziona davvero! Avete presente quei bei film che mostrano paesaggi invernali o prettamente Natalizi quasi idilliaci, in cui inconvenienti quali il freddo, la neve, il ghiaccio non ostacolano minimamente il quotidiano svolgimento delle attività e anzi vengono vissuti con grande piacere e orgoglio dagli stessi cittadini… Ecco questo è solo l’inizio! Il paese delle meraviglie comprende strade sufficientemente ampie e un terreno pianeggiante, per cui facile da percorrere anche in pessime condizioni atmosferiche. I trasporti pubblici sono impeccabili in ogni aspetto (che meraviglia!), dagli orari alle condizioni generali dei mezzi stessi. E, cosa importantissima, dappertutto non vi imbatterete mai in intollerabili barriere architettoniche che ostacolino il passaggio di carrozzine e passeggini, e questo credo sia un fattore di grande rilievo che rende onore alla città e ai suoi amministratori. I tempi di percorrenza da un principale luogo di interesse all’altro sono davvero brevi e i percorsi perfettamente sostenibili anche se non si dispone di un proprio automezzo. Come se tutto questo già non fosse oggetto di notevole invidia, entrando in alcuni dei numerosi locali che offre la città ci accorgeremo che, ovunque decidessimo di rifocillarci e riscaldarci, sono disponibili attrezzature per i nostri bimbi, come i fasciatoi all’interno dei servizi e opportuni seggioloni per permettere ai più piccini di gustare (udite mamme udite!) menù studiati e preparati appositamente per loro.

Bene, non vi basta? Infatti, c’è ancora molto altro… Potrebbe essere che la pioggia e le condizioni meteorologiche non permettano di trascorrere tutta la giornata all’aperto, nessun problema! Completate le nostre piacevoli passeggiate attraverso i quartieri del centro, possiamo immergerci nell’arte all’interno di diversi preziosi musei, uno su tutti lo Statens Museum for Kunst, il museo d’arte nazionale della Danimarca, che vanta una sezione “under 12”, spazio totalmente dedicato a laboratorio per i visitatori più piccoli. Oppure, potremmo scegliere alternative come il parco dei divertimenti di Tivoli, o deliziare il nostro palato all’interno di strabilianti pasticcerie come la Conditori La Glance, storica pasticceria della capitale danese. E perché non visitare le famose fabbriche di caramelle (sì, non ho sbagliato a scrivere, proprio fabbriche… )! Le caramelle di Sømods Bolker, negozio e fabbrica, sono famose in città, oltre che per la loro avvolgente dolcezza anche per il fatto che vengono tutt’oggi prodotte con gli stessi metodi e le stesse macchine di 100 anni fa. E se ancora abbiamo energie sufficienti, perché non dedicarci allo shopping. A tal proposito, sia avendo i nostri pargoli a seguito sia essendo solo tra adulti, un giretto al famoso e mastodontico Lego Store di Vimmelskaftet credo proprio non ci stia per nulla male! Questo negozio della Lego si trova nel centro di Copenaghen ed è così tanto fornito  che al suo interno è possibile persino comprare mattoncini colorati sfusi! E se amate la materia… capirete che non si può resistere!

La capitale danese ha un unico punto debole, che potrebbe rivelarsi tale anche per gli stessi abitanti, ovvero il freddo. Ma i danesi hanno ormai da tempo imparato a sopportarlo e a conviverci. Così fin da piccoli le mamme abituano i propri figli a indossare biancheria termica e diversi strati di protezione per mantenerli caldi. Non stupitevi neppure quando li incontrerete vestiti da adorabili astronauti, scorrazzare per la città, magari sopra biciclette dotate di particolari rimorchi a ruote guidate da mamme che parrebbero proprio sconsiderate… Tutt’altro. Non sono vestiti in maschera, ma protetti da speciali tute intere di alta tecnologia tessile, realizzate appositamente per sconfiggere le temperature più rigide e muoversi liberamente a dispetto del freddo più intenso.

Se amate le abitazione in stile danese, allora non potete perdervi lo spettacolo che si ammira lungo il canale Nyhavn, con le sue file di case tutte colorate. Per avere una prima affascinante panoramica della città è possibile usufruire di vantaggiosi sconti per famiglia che vengono proposti per trascorrere un’ora in battello che permette di godere di un bel giro tra porto e canali. Le partenze sono da Nyhavn o da Gammel Strand ed è possibile scegliere tra due diversi percorsi. I battelli sono rigorosamente coperti ed effettuano frequenti corse. Si naviga tra i musei e i palazzi storici, volendo con la guida in lingua italiana. Si giunge, in fine, ad ammirare la fantastica statua della Sirenetta (chi non ricorda la fiaba di Andersen), con la sua particolarità del volto rivolto a terra e che dall’imbarcazione è possibile osservare solo di spalle.

In un paese delle meraviglie che si rispetti non può di certo mancare un parco dei divertimenti…. e potremmo dire che parco! Come abbiamo ripetuto più volte, qui a Copenaghen il divertimento non ha affatto un ruolo secondario e Tivoli è il luogo che per eccellenza ne riflette la filosofia primo su tutti. Dal 1843 questo immenso parco a tema storico si trova proprio dentro la città, in zona centrale. Ed è appunto in questo periodo invernale, quando alle 16 le giornate sono già avvolte nel buio, che il parco di Tivoli offre il meglio di sé. Spazio ad allegria e festosità quindi, e bando ai toni pacati. Via, allora, alle urla dei passeggeri sulle vorticose montagne russe che abitano il cielo. Alberi sfavillanti dalle mille luci e su di essi miriadi di luminosi cuori rossi, barchette che risplendono sul lago, simpatici e grandiosi dragoni cinesi, galeoni dei pirati e come potevano qui i mattoncini lego non dare forma a dei bellissimi e allegri pinocchi! E dopo essere morti di paura sui roller coaster (in questa sede sarebbe troppo volgare riportare alla lettera le considerazioni sull’esperienza che noi della redazione abbiamo provato su queste montagne russe!), se vogliamo possiamo dedicarci a qualcosa di più slow ma ugualmente divertente. Ci sono, infatti, giostre tranquille oltre a quelle prettamente per bambini e alcune attrazioni immancabili come i rassicuranti barattoli da colpire, con piccoli premi anche per i più sfortunati. E poi ristoranti al chiuso e chioschi dove trovare sempre qualcosa di gustoso, sfizioso e riscaldante. Entrare al parco di Tivoli costa attorno alle 95 corone per adulti e bambini sopra gli 8 anni, mentre un giro in giostra costa circa 25 corone.

GUARDA LA MAPPASavignano Sul Rubicone, Emilia-Romagna, Italy

Leave a Reply